Bottiglia del Moscato Stafidhe Bottiglia del Pinot bianco di Skanderbeg
Vista panoramica di Civita Vista Belvedere di Civita Vista del ponte del Diavolo di Civita
Civita (in albanese Ēifti), č un comune collinare del Nord-Est della Calabria affacciato sul mar Ionio, porta di accesso privilegiata al Parco Nazionale del Pollino.
Civita č un centro turistico noto per le sue bellezze naturali (Ponte del Diavolo, Canyon del Raganello, Timpa del Demanio, Parco del Pollino) e le sue caratteristiche socio-culturali.
Il paese č stato fondato nel secolo XV da albanesi fuggiti in seguito all'occupazione turco-ottomana; č ancora correntemente parlata la lingua degli avi, infatti i civitesi fanno parte di una minoranza etnica riconosciuta e tutelata dallo stato italiano: gli Arbėreshė.
L'impronta orientale č evidente anche nella chiesa; gli Arbėreshė, pur essendo cattolici a tutti gli effetti, hanno il permesso dalla Santa Chiesa di Roma di celebrare le funzioni liturgiche in greco e mantenere la suggestiva simbologia bizantina.
Sono da visitare la chiesa con la sua preziosa Iconostasi e i mosaici Bizantini, lo spettacolare Ponte del Diavolo, il Museo Etnico Arbėresh nel centro del paese e le Gole del Raganello.
Il martedi di Pasqua con le Vallje si celebrano le vittorie del condottiero Skanderbeg attraverso danze e canti in lingua Arbėreshe.
I Kaminezit e Maj grandi falņ che si preparono in giro per il paese il 1°, 2 e 3 maggio. La gastronomia civitese č originale e dal carattere forte; presenta insoliti piatti della tradizione Arbėreshe influenzati dalla vivace cucina calabrese e da prodotti atigianali di alta qualitą.

Clicca sulla Mappa

Mappa dell'Italia